Femminismo, riflessioni per una ricomposizione delle lotte

di Alessandra

Premessa doverosa: il presente scritto non ha alcuna volontà, né pretesa di essere esaustivo dell’argomento. Piuttosto intende fornire degli spunti per una riflessione seria sulla questione, in un’epoca in cui scarseggiano sia la teoria, che le pratiche politiche.


Pensare e praticare il femminismo oggi, nei nostri paesi occidentali, attraversati da precedenti epoche in cui le lotte delle donne hanno – comunque la si pensi e pur se parzialmente – inciso e determinato modificazioni sociali affatto trascurabili, è qualcosa cui da un lato si risponde col luogo comune (reiterato da una parte di compagni; annosissima questione, considerato che anche negli anni ’70 complessivamente i compagni maschi vedevano nelle lotte femministe qualcosa di totalmente avulso – oserei dire, inutile – dalla/alla lotta “principe” contro il capitale) che “trattasi di lotte di retroguardia” (attraverso, soprattutto, l’assurdo assunto odierno che per lo più si tratta di diritti civili già conquistati; come se…

View original post 1.199 altre parole

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: