Meglio un porno oggi che una Cenerentola domani.
  

Featured post

In questi giorni pensavo che pubblicano libri cani e porci.
E allora mi son detta: “E che?!? Le porche no? Pure le porche devono pubblicare libri!!”

E niente.
Qui se c’è una porca, quella sono io.
E qui c’è Nuda, amici.

Featured post

Quanto sono romantici certi suoni insieme: creano una magia che è quasi poesia..

Il rumore della pioggia che picchetta sui vetri, lo scoppiettìo del fuoco acceso, di tanto in tanto il boato di un tuono e la testiera del letto che sbatte sul muro mentre mi scopi forte a pecora.

Non rinunciate mai ad assaporare la vita, non rimandate, ché il tempo passa e non torna più.

E un giorno finiremo per rimpiangere le rose che non abbiamo colto, i sorrisi che non abbiamo fatto, le albe che non abbiamo visto e i cazzi che non abbiamo preso, amiche.

Ogni giorno c’è un cretino o una cretina che ha spazio in TV
Mi chiedo se questi cretini siano diventati cretini dopo la tv, il successo, i soldi, la popolarità, o se fossero cretini già prima e per questo piazzati in TV.

Son domande che bisogna porsi eh

Anna Palombelli Salvaje

Il discorso della Palombelli, secondo cui le vittime di femminicidio potevano essere “esasperanti”, fa SCHIFO non solo perché sbagliato (responsabile di un omicidio è l’omicida, non la vittima), ma pure perché vigliacco:
infanga chi sta su un tavolo d’obitorio e non può più difendersi.

E conferma quel che penso da sempre a proposito della cultura del possesso: se non capisci il problema è perché sei parte del problema.

L’abito forse non farà il monaco, ma certamente non è il genere sessuale che fa le merde.
La merda la fa lo squadrismo, la vigliaccheria, il branco, la prepotenza, la violenza…
Come qua, 7 minorenni femmine:
piccole merde crescono.

È un dramma che non esista più la vergogna.
Ma non fraintendetemi, amici, il sesso non c’entra nulla.

Non esiste più la vergogna di essere merde.

Cosa facevate quel giorno?
Io me ricordo benissimo e sicuramente lo ricordate anche voi.
La notizia mi sembrava impossibile, ero sconvolta e incredula:
ERA SUCCESSO VERAMENTE!!!
Era il 27 maggio 2010 e 314 deputati votarono che Ruby per lo Stato italiano era la nipote di Mubarak.

A volte le parole non bastano.
E allora servono i colori.
E le forme.
E le note.
E le erezioni.

Anna Baricco Salvaje

Faccio un tuit “politico” e mi defollowano gli account “leggeri” mentre cominciano a seguirmi gli “impegnati”.
Ne faccio uno porno e tornano gli account leggeri ma se ne vanno quelli impegnati.

Troverò pace solo quando si capirà che pure la politica è porno.
E viceversa, amici.

Scopate, amici, che fra 18 mesi schiattiamo.

Anna Brigliadori Salvaje

Comunque la storiella che se ti spacchi la schiena divieni più forte e ti tempri ce l’han sempre raccontata quelli che la schiena volevano spaccartela loro.

Comunque va detto:
almeno Salvini per i social paga Morisi e lo votano in tanti (purtroppo).
Renzi non lo vota nessuno e il lavoro sui social lo fanno gratis i suoi fans.
Bah.

Quando commettete un errore che vi sembra enorme, siete rosi dai rimorsi e faticate a perdonarvi, pensate a chi sta peggio:
pensate a quelli che hanno pure speso 2 euro per votare Renzi alle primarie sognando una sinistra migliore, amici.

“La gente deve soffrire”.
Dopo un anno e mezzo di pandemia.
Devono mangiarti i cani.

Se i nonni morti potessero parlare (cit.) verrebbero a prenderti a calci nel culo.

Anna Renzi Salvaje

Comunque “incita all’odio” chi vi fa odiare i poveri cristi, non chi fa notare le iniquità e le ingiustizie a favore di ricchi e potenti, amici.

Ad ogni vostro “Basta invidia sociale!” dovrebbe resuscitare un vostro nonno (lo avrete avuto un nonno, un trisavolo che si è fatto il mazzo, no?) a prendervi a calci nel culo!

Chi nella sua vita ha migliorato considerevolmente la sua posizione sociale e ha figli, sa benissimo quanta fatica si fa a far comprendere ai figli, cresciuti in condizioni decisamente migliori delle loro, certi aspetti.

bon. E questo è quello che ho da dire sui “figli di papà”.

Il Potere vince quando ha un popolo pecora, zitto e muto.

Ma è quando il popolo pecora parla solo per difendere il Potere, che il Potere, oltre a vincere, si sganascia pure dalle risate, amici.

Il problema non è solo essere governati da “figli di papà”, cresciuti e abituati agli agi, inconsapevoli di cosa significhino sacrifici e rinunce.

Il problema è che persino chi fatica ad arrivare a fine mese squittisce che fare l’oggettiva constatazione sopra sia un insulto.

Hanno avuto come compagni di scuola persone come Genny a carogna e dicono di avere avuto le stesse possibilità di Draghi, che andava a scuola con chi diventò presidente Ferrari, chi presidente di Confindustria e chi capo della Polizia.

Ma andate a schiacciare ricci col culo, va.

Meno male che non è possibile vedere il futuro.

Ché quelli che hanno dato la vita per le future generazioni, se avessero visto le “future generazioni”, col cazzo che avrebbero dato la vita.

A proposito di chi deride i lavoratori sfruttati a me fanno girare il cazzo pure le ipotesi “Magari la lavoratrice sfruttata e malpagata ha due lauree e un master!”

Ma che vuol dire??

Che se una ha la terza media e viene sfruttata e pagata 3 euro l’ora tutto sommato è ok?

Io boh.

Cosa c’è di più triste di un’epoca in cui una giovane ragazza viene sfruttata a 3 euro l’ora?

L’epoca in cui un’altra giovane ragazza, privilegiata, la deride e a farlo si sente pure figa.

#francescamapelli #defollowaLeCapre

Dal 9 al 18 luglio a Marina di Pisa c’è la manifestazione “Marina Erotica” ❤️

In occasione della manifestazione, alla Civico 14 Libreria di via Maiorca 14/b, si troveranno anche le copie autografate di #Nuda.
Grazie a tutti ♥️

Dice Santa Rita che dovrebbero essere gli italiani a poggiare il piede.
Sul vostro culo.
E prendervi a calci.

Lui è in montagna, sta scalando, non ho sue notizie da ieri e mi sto preoccupando.
Perché? Perché quando io sto con i figli lui non va a figa come tutti? Perché gesumio, perché?

Blog su WordPress.com.

Su ↑