Belli i tramonti, le corse nei prati, i tuffi dove l’acqua e più blu, i mazzi di rose, le aurore boreali…
Ma quel rigonfiamento improvviso dei jeans che indica che gli si sta indurendo il cazzo non lo batte nessuno, amiche.

L’inutilità delle esortazioni tipo “Dovresti chiedere scusa”, “Dovresti prendere le distanze da..”
‘Ste robe si dicono ai figli, ché gli adulti lo sanno quel che devono fare: se non lo fanno è perché non vogliono.

E agli altri adulti non resta altro che prenderne atto.

Meno male che ci sono io e quelle come me che tuittano porno, ché se qualcuno si dovesse annoiare e si mettesse a leggere le interazioni di chi prima era picci picci e poi comincia a bisticciare, tutto il Tuitter ci farebbe una gran figura di merda.

Buonanotte amici ♥️

Certi ranocchi non diventano principi neanche se gli fai un pompino, hai voglia a baciarli!

cit. La Principessa Realista

Gli aggressori violenti hanno quasi sempre un Qi inferiore alla media.

Non sono solo violenti, sono pure coglioni, amici.

Uccidono le compagne finanzieri, imprenditori, operai, medici, disoccupati, di destra e di sinistra, credenti e atei, laureati e analfabeti.
Il problema non è socioculturale, né etnico, religioso o politico. E non c’entra disporre o meno di un’arma.
Il problema è il patriarcato.

Se siete circondati da merde la probabilità che lo siate anche voi diviene certezza.
Ché chi è merda è destinato a stare tra le merde, nella vita come qui.
Io ve lo dico, amici.

Comunque la strada giusta non è donne contro uomini. E nemmeno donne contro donne o uomini contro uomini.
La strada giusta è uomini e donne contro cretine e cretini, amici.

Attenti a dire “Non meritava una persona come me” per autoconsolarci se veniamo mollati.
Ché ‘sta frase ha sempre una doppia lettura, amici.

Siate genuine, ma non ingenue, amiche.
Ché a scambiar Barbablù per tenebrosi romantici è un attimo.

Che esagerazione farsi troppi problemi a darla. Come se poi non ce la dessero più indietro, ecco.

Diffidate di quelli che parlano di “NostreDonne”, che esortano con “Difendila! Potrebbe essere tua madre, tua moglie, tua sorella, tua figlia”, ché quando s’accorgono che siamo persone libere o comunque la madre, la moglie, la sorella, la figlia di un altro ci stuprano lo stesso.

Stateci voi stravaccati sui divani, o rigidi su sedie di ferro e austere poltrone,
ché io amo le altalene.

A morire cornuti son sempre i gelosi.

Anna Saggezza Popolare Salvaje

Per stare al sicuro serve più imparare ad andarsene che frequentare un corso di autodifesa.
Quelli servono a difenderti dalle aggressioni ad opera di sconosciuti, ché nessuna in casa, col suo uomo o il suo ex, cammina allerta come quando per strada rientra alle tre del mattino.

È che da subito ti ho sorriso e di sorriderti non ho più smesso.

Si dice che quelle incarognite e cattive con le altre donne lo siano perché non hanno soldi e un uomo che le ami.
Io non credo.
Ché che i soldi non fanno miracoli. E nemmeno li fa il cazzo, amiche.

Crescete figlie che siano guerriere, non principessine, amiche.

Se vuoi fare l’obiettore di coscienza assicurati prima di avercela.

Quel nastro di noi così bello, intenso e perfetto da volerlo riavvolgere in fretta solo per poterlo iniziare da capo.

– Beh, se alla tua età sei ancora sola e non ti sei sposata, significherà qualcosa, no?
– Sì: che sono brava. Che sono stata davvero brava.

Quando vi sento parlare con tanta sicurezza di aborto, gravidanza, allattamento, parto, orgasmo femminile… mi dispiace non essere nata uomo per avere tutta questa vostra competenza, cari amici maschi.

Ognuno dovrebbe avere nella propria vita un suo #25aprile personale.

Il cuore lo si dona spontaneamente, senza che nessuno ce lo chieda.
Dovremmo abituarci a chiedere (e temporaneamente) solo il cazzo e la fica, ed eviteremmo tanti fraintendimenti, amiche e amici.

Quando vedo in giro mamme tutte prese dai loro bimbi piccoli penso che il bello dei figli è che a un certo punto crescono e si tolgono dai coglioni, amiche.

Di quell’amante che ti fa immaginare
sconcezze che non sapevi ancora di desiderare.
L’amante geniale.

Anna Ferrante Salvaje

Posto le gambe perché sono condizionata da modelli che hanno radice patriarcale e allora ostento il mio corpo in una illusoria libertà…
Scherzo!
Posto le gambe perché le tette già le ho messe, amici!
IMG_20190423_100254

Non è necessario che tu la tradisca per perderla:
una donna puoi perderla anche per mancanza di attenzioni, di dialogo, di intesa.
Spesso una donna va via non per quello che fai, ma per quello che non fai.

E fra queste cose ci rientra pure non farle raggiungere l’orgasmo, amici.

Saperti nel letto, prima ancora di aprire gli occhi.
Saperti nell’aria, odore, calore, respiro.
Saperti.

E questo è tutto quello che so dell’amore.

Blog su WordPress.com.

Su ↑