Il rumore del gesso che stride sulla lavagna irrita moltissimi, vero.
Ma pure una donna che fa e decide sempre di testa sua non scherza, amiche.

Ma che le dici a una tristezza improvvisa e sleale che viene a trovarti e non si vuole schiodare?

Perché l’italiano medio non sta mai dalla parte della vittima e stop:
quel che unicamente gli interessa è dar addosso a qualcuno.

Il trucco è solo uno: ascoltarsi e fidarsi di sé.
Se senti una nota che stona, che stride e non riesci a spiegarti rinuncia a capirla ma fidati di lei. Ché il corpo t’avvisa e protegge prima ancora che capisca la mente.
Vale per tutto: nell’amicizia, negli affari e nell’amore.

Amare significa non rompere i coglioni.

Anna Love Story Salvaje

Chi ti ama ti cerca, vero.
Chi ti ama ti stima, vero.
Chi ti ama ha cura di te, vero.

Ma soprattutto, amici,
chi ti ama non ti rompe i coglioni.

Ci sono crimini più ignobili e delinquenti di qualsiasi altro, e sono quelli che hanno come vittime i bambini.
Crimini contro la speranza e il futuro. Crimini contro l’umanità.
Peggio. Sono contro l’umanità, proprio laddove essa è più fragile, bella e innocente.

– Usciamo insieme? Stai tranquilla: non sono un porco.
– E allora che usciamo a fare? ennamo mpò, dai.

– Deve avere qualcosa in più degli altri Andrea per averti fatta innamorare così tanto. Deve essere davvero un tipo in gamba.
– Non è la gamba.

Non ho mai gettato perle ai porci.
Ma ci ho fatto delle scopate che… ommioddio quanto mi sono piaciute, amiche.

Dei baci mi piace quando mi lasci le labbra languidamente dolenti.
Pure quelle della bocca.

– Maestà, il popolo ha fame
– Dategli un migrante su cui sfogare la rabbia

Anna Maria Antonietta Salvaje

È quando mentre parli di te e ti dicono “Stai zitta” che significa che stai dicendo proprio bene.
Non dimentichiamolo, amiche.

I tanti presuntuosi che si improvvisano esperti di diritto per coerenza quando stanno male dovrebbero farsi operare da un geometra, amici.

È che neanche a inventarmela una storia d’amore l’avrei immaginata così bella.

Comunque c’è differenza fra amare il proprio paese e invece l’essere “orgogliosi” e sentirsi un cazzo e mezzo solo perchè “italiani”

Quel nastro di noi così bello, intenso e perfetto da volerlo riavvolgere in fretta solo per poterlo iniziare da capo.

Anni a fare quel che altri – genitori, mariti, figli – s’aspettano da noi, ad accontentare il mondo facendo mille rinunce, per scoprire alla fine, quando indietro non si torna e tempo non ce n’è più, che non ci sono premi ad aspettarti, e nessun 10 in pagella.

Pensateci, amiche.

E anche oggi mi sono svegliata senza che nel pomeriggio mi aspetti una gang bang in piscina…AH NO. Oggi sì.

Grazie gesù.

Quindi l’invito a un happy hour è a prendere un aperitivo, non a godere?
Perché usiamo l’inglese se poi vengono fuori queste espressioni fuorvianti, amici?

Quando morirò mi piacerebbe scriveste:

RIP Salvaje, insegna agli angeli a farsi i cazzi propri e a non frantumare la minchia al prossimo.

Bella la felicità che ti giunge, inattesa e improvvisa.
Ma non te la godi mai quanto quella che ti è costata tutto il coraggio che avevi.

Il fatto che lo stupro venga “augurato” a donne che per un qualsiasi motivo si odiano è la dimostrazione più efficace che lo stupro col desiderio e sesso non c’entra un cazzo.

Altro che “com’eri vestita” o “l’hai provocato”!
Chi stupra vuole ucciderti e “rimetterti al tuo posto”.

Blog su WordPress.com.

Su ↑