Se tradisce il marito, allora la “troia” è lei.
Se il marito tradisce la moglie, la “troia” è l’altra.
In pratica l’uomo viene tentato dal peccato, ma la donna È il peccato.

(E difatti il “sedotto” dalla strega si pentiva e salvava la vita, ma la strega veniva sempre bruciata)

Le notizie di femminicidi, corredate da foto di vittima e carnefice abbracciati, sono un affronto alla vittima! Passa il messaggio di una vita felice e si minimizza l’omicidio a un raptus che può accadere a tutti.
Non è così:
chi ti ama non ti uccide.
E uccidono solo i violenti.

Forse, a furia di ripetercelo, abbiamo capito che quando ci dicono “Ti lascio ma lo faccio per il tuo bene” in realtà ci stanno prendendo per il culo.
È a capire che è lo stesso quando ci dicono “Lo faccio per il bene del paese” che facciamo più fatica, amici.

Le notizie di femminicidi, corredate da foto di vittima e carnefice abbracciati, sono un affronto alla vittima! Passa il messaggio di una vita felice e si minimizza l’omicidio a un raptus che può accadere a tutti.
Non è così:
chi ti ama non ti uccide.
E uccidono solo i violenti.

Se lui tradisce con una che con lui ci ha provato allora è colpa di quella, che è zoccola
Se tradisce con una che non lo cagava, la colpa è sempre dell’altra, che è “gattamorta”
Tutto, pur di non dar responsabilità a lui o al rapporto di coppia.

A volte sembrate cretine, amiche.

Perché molti criticano alcune pratiche sessuali fra adulti consenzienti?
Ok che a loro magari non piacciono, ma da cosa nasce il “bisogno” di denigrare chi le ama?
Se a me non piace scopare a testa in giù non lo faccio, ma se altri lo fanno non mi aggiunge o toglie nulla. Ecco.

E se dietro il bisogno di denigrare alcune pratiche ci fosse il desiderio latente di farle?
Desiderio che reprimiamo e, condannando quelle pratiche, giudicandole “malate”, mettiamo una distanza fra noi e loro, rassicurandoci che invece noi siamo “normali’?
Per me potrebbe, amici.

Di quando, in vacanza a passeggio, il tuo giovane amante progetta viaggi insieme per i prossimi 30 anni e tu gli fai notare che per allora dovrà solo preoccuparsi di trovarti un ospizio.

Ah.. la fiducia e l’ottimismo dei giovani, amiche.

Quando non riuscite a mettervi d’accordo col vostro partner su dove andare in vacanza, su che metodo educativo usare con i figli, se cambiar casa, se fare un altro figlio o qualunque altra cosa, applicate il Metodo Rousseau, amici!

Fate decidere la signora Mimma di Ascoli e bon.

Ci sono uomini che mi corteggiano, mi invitano a uscire e, per convincermi, mi assicurano che “Puoi fidarti: non sono un porco.”
Ma allora che ci esco a fare con te, scusa?
Io boh.

Avete notato che se una donna riceve immagini porno in chat non richieste e si “azzarda” a sputtanare chi gliele invia, ci sono decine e decine di paladini pronti a dirle che Non si fa? Che non è intelligente pubblicare nome e cognome di chi invia questi messaggi, perché sono conversazioni private.

Se una donna ricevesse, non richiesti ovviamente, foto di bare, di proiettili, di cadaveri putrefatti.. e logicamente si incazzasse, magari pubblicando i dm ricevuti, pochissimi la biasimerebbero, tacciandola “non intelligente”
La molestia sessuale invece, diciamolo, è tollerata.

Se c’è molestia sessuale si stravolgono realtà e responsabilità, si colpevolizza la reazione della vittima che non sta zitta.
È LEI (lei che ha subito la prevaricazione) che non è intelligente.
È LEI che non è evoluta.

Giratela come volete, ma è schierarsi col prevaricatore, amici.

Stiamo attente, certo, quando ci avventuriamo nel bosco.
Ma non dimentichiamo che l’orco ha quasi sempre le chiavi di casa.

Leggevo una di quelle statistiche su quanto tempo spendiamo a fare azioni quotidiane nel corso di una vita.
Tipo passiamo 26 anni a dormire, 5 anni a pulire, 3 anni a guidare, 5 mesi a lamentarci..

E ho sorriso pensando che io, finora, quasi un mese intero col tuo cazzo in bocca.

Ma questi vegani che ci dicono che mangiamo cadaveri, animali morti…
Ma che pretendono?
Che mangiassimo animali vivi?

“Attaccati al cazzo” dicono. Come fosse un insulto, un’offesa.
Boh. Sapeste quanto sono più bella e felice attaccata al cazzo, amici!

Quanti post scrivete per spiegare cosa è volgare e cosa no!
Eppure è molto semplice: volgare è ciò che fanno gli altri, mentre quello che facciamo noi no. Mai.
Bon.

Stiamo attente, certo, quando ci avventuriamo nel bosco.
Ma non dimentichiamo che l’orco ha quasi sempre le chiavi di casa.

Avete presente quando la Franca Leosini intervista gli autori di delitti?
– Lei ricorda che ha detto agli inquirenti di non aver visto sua moglie quella sera?
– No. Non ricordo.
– Glielo ricordo io.

Ecco. Le interviste ai politici andrebbero fatte così.
Con la memoria, amici.

Anni e anni a scrivere post porno e poi finisci in un psicotest di un settimanale invece che su YouPorn.
La vita è ingiusta, amici.

Ho letto i 20 punti di Di Maio.
Ve li riassumo:
-taglio parlamentari
-lotta alla mafia
-eliminare tasse
-viaggi spaziali
-pace nel mondo
-volare
-cavar oro dalle rape
-farmela dare da quella del primo banco che fila tutti ma non me
-se riesce il punto sopra bastano solo questi.

Mentre ieri sera guardavo La Traviata, ho pensato che ho avuto davvero un gran culo a non nascere in quell’epoca in cui le puttane morivano di tisi.

Grazie gesù.

“Ha detto così perché era ubriaco/ubriaca.”
Mah! Per me quel che si dice da ubriachi è quel che si pensa davvero: da ubriachi al massimo si è più se stessi con meno freni.

Io per esempio da ubriaca divento più porca, amici.

Volevo salutare i meridionali che hanno votato Salvini.
O’ primm ammore nun se scord maie, ma pure o’ primm odio non scherza, amici meridionali boccaloni.

Salvini: “Molti poliziotti vogliono me!”
I finanzieri, Matteo, quelli sono i finanzieri.

Blog su WordPress.com.

Su ↑