Solo chi è in malafede non capisce che oggi non è come 30/40 anni fa.
Quando ogni giovane SAPEVA (e non sbagliava) che se si fosse impegnato avrebbe vissuto meglio dei genitori, studiato di più, avuto un lavoro migliore, la casa più bella.
Quanti giovani oggi hanno tale certezza?

Il “merito”…
Il “merito” in un paese che non ha più ascensori sociali.
Il “merito” in un paese che ormai “Vedi tutta questa povertà di tuo padre, figlio mio? Un giorno sarà tua.”
Il “merito”…
Ma andate a cagare, va.

Ci avete mai fatto caso che a invocare il “merito” son sempre quelli che il “merito” manco sanno dove stia di casa?
Fateci caso, amici.

Possono essere più o meno poetiche, ma le parole d’amore son sempre quelle:
l’amore parla sempre la stessa lingua.
È l’odio, che raggiunge vette inimmaginabili.

Il successo della Meloni e della destra si deve a Rula Jebreal e a quelli come lei.

L’abbiamo chiamata Alternanza scuola/lavoro perché dire “Abituiamo i giovani al lavoro gratuito” pareva brutto.

Il problema non è solo essere governati da “figli di papà”, cresciuti fra privilegi e agi, inconsapevoli di cosa significhino sacrifici e rinunce, ma è che persino chi fatica ad arrivare a fine mese squittisce “INVIDIA SOCIALE!1!1!” quando legge l’oggettiva constatazione sopra.

Basta con questi senzatetto che “si fanno l’appartamento” per strada, nell’area del giubileo.
Mettiamoli tutti in un’area a loro riservata, lontano dai nostri occhi e bon, così il decoro è salvo!

Anna Calenda Salvaje

L’avete mai notato?
Più sono contro il reddito di cittadinanza e più sono merde privilegiate, che del reddito di cittadinanza non si troverebbero MAI ad aver bisogno per mantenere una dignità e non essere ricattabili.

Fateci caso, amici.

E niente. Pare che Erdogan abbia cambiato idea sul veto all’ingresso nella Nato di Finlandia e Svezia non per il memorandum sottoscritto dai due paesi a proposito degli attivisti curdi, ma perché glielo ha detto l’oroscopo.

Bon. Chi l’avrebbe mai detto, amici.

Volevo dire a Sanna Marin che anche le guerrigliere curde avrebbero bisogno di gioia, divertimento e allegria nel mezzo di queste nuvole buie.
Ah no.
Dimenticavo. Per loro l'”inquantodonna” non vale.
Scusate.

Gli imprenditori creano lavoro ✔ Fatto
I giovani sono dei lavativi ✔ Fatto
La gente deve tornare a spaccarsi la schiena ✔ Fatto
Il rdc lo prendono i “furbetti” ✔ Fatto

Bon. E’ cotta. Scola la pasta.

Non è la Bellezza che salverà il mondo.
Non c’è (e se ci fosse forse non basterebbe).
Ma il Disprezzo e lo Schifo per le mostruosità crescenti che avanzano e a cui invece pare ci stiamo abituando.

Dice Giorgia Meloni che non ha ragione di scusarsi per avere pubblicato il video dello stupro a Piacenza perché ha condiviso una cosa che era già pubblicata sui siti.
Bon.
In sostanza dice quello che dicono tutti gli imputati di revenge porn.

Che cazzo si scrive per un caso simile?
E a che serve?
Facciamo schifo. Ecco.
L’unica cosa corretta e appropriata da dire, di cui prendere atto, di fronte all’omicidio di Alika da parte di una merda e al popolo del selfie, spettatore immobile, è questa:
FACCIAMO SCHIFO.
Punto.

Il problema non è solo che ci fanno mangiare merda dicendoci che è cioccolato.
Il guaio è che ci stiamo abituando al sapore e non ci facciamo più caso.

Mettete un bazooka nei vostri cannoni.
Ah no. Non era così.
Scusate.

Anna per la Pace Salvaje

Bocelli dice che nel 1958 il medico consigliò a sua madre di abortire perché riscontrava anomalie nel feto. E che lei rifiutò.
Nel 1958. Consigliavano l’aborto quando l’aborto era illegale e “riscontravano anomalie nel feto” quando non c’erano strumenti diagnostici prenatali (la prima ecografia in gravidanza viene usata solo negli anni 70, mentre amniocentesi e villocentesi arrivano negli anni 80)

Io non so se è più sopravvalutato o più bugiardo, amici.

Chissà i “boomer” che si facevano arrestare per “girare con le tette al vento 50 anni fa”, che vivevano nelle comunità hippy e praticavano l’amore libero, che occupavano, alzavano barricate e volevano cambiare il mondo, che ascoltavano David Bowie e i Led Zeppelin…
chissà che pensano delle “trasgressioni” di Achille Lauro e di quella di non depilarsi le sopracciglia, amici.

Io non capisco nulla di guerra.
Ma se più armi si inviano e più le milizie ucraine “evacuano” e si ritirano mentre la Russia avanza, forse che si possa ricacciare indietro l’invasore è una fregnaccia e la possibilità di una Ucraina libera e in pace si fa sempre più lontana.

Non disperiamo, amici: vedrete che gli italiani scenderanno in piazza e faranno sentire forte la loro voce.
In corsivo.

“E noi come stronzi rimanemmo a guardare” è l’ultimo film di Pif.

Ma il film vero e reale, con quel titolo, lo stiamo girando tutti noi, amici.

Erdogan massacra i curdi.
E noi non possiamo girarci dall’altra parte quando c’è un aggressore e un aggredito… Ah No. Non era così.
Scusate.

Anna Nato Salvaje

C’è un paese dove l’assistenza sanitaria non è universale né gratuita, dove l’aborto è illegale, dove non è riconosciuto alle donne alcun periodo di congedo per maternità, dove c’è la pena di morte…
E c’è chi dice che gli Stati Uniti sono un faro di libertà e civiltà.

E poi ci siamo noi, che non gli sputiamo in faccia.

Blog su WordPress.com.

Su ↑