E niente. Un uomo è violento, condannato per stupro, sequestro, percosse e minacce con coltello alla compagna, ma resta “UOMO MITE”

Una donna è vittima percossa, sequestrata, minacciata, stuprata.. ma ricorderemo che era un po’ zoccola, ché con “disinvolta” intendevano quello eh

La colpa è sempre altrove.
Per lo stupro a Pisticci è della musica trap.
Per Colleferro è delle palestre.
Per il revenge porn la colpa è dei social.

Mai che si dica che la colpa è LA MERDA NEL CERVELLO di coloro che prevaricano, stuprano, uccidono e di chi li deresponsabilizza.

Eccolo là. Puoi violentare tua figlia 15enne per mesi e mesi ma non diventi uno stupratore, un violento, un orco. No no.
Rimani “padre di famiglia”.

Non importa l’anno e il luogo, ma se sei una ragazza straniera e vieni stuprata, sui giornali italiani diventi “l’inglesina”.
Quasi fosse il titolo di un filmatino porno su Pornhub.

Anche questa è cultura dello stupro, eh.

Faccio un giro sui social.
Vedo che persino il barbaro assassinio di Willy, la sua morte, diviene occasione per tanti “personaggi” e personaggetti pubblici, vip fatti di fuffa, di farsi reciprocamente dispetti e vendicarsi di personali rancori.
Mi viene voglia di chiudere tutto e mandarli a cagare.

Galline e caproni che si rimproverano “Non puoi chiamare ‘bestie’ o ‘assassini’ se non c’è sentenza!”
Poi nella loro TimeLine vedi che loro per altri episodi hanno fatto altrettanto. E viceversa.
E allora capisci che è solo un modo di sfogare invidie e rancori che provano l’un l’altra.

Capisci che è solo posa e fuffa. Teatro!
VIP? Very important person?
No. Pupi!
Pupi travestiti da garantisti, da intellettuali, da moralisti, da compagni o qualsiasi roba fa loro comodo al momento.
Pupazzi ipocriti che noi rendiamo “very important”, seguendoli.

Li mandassimo tutti a cagare il mondo sarebbe un posto più bello.

Willy aveva 21 anni e voleva fare il cuoco.  Willy era un bravo ragazzo, uno che non si voltava dall’altra parte, uno che si esponeva per difendere un amico e quel in cui credeva.
Willy pesava sì e no 50 kg ed è stato massacrato di botte da 4 bestie fasciste e vigliacche grosse il doppio di lui.
Ecco. Ogni volta che ci voltiamo dall’altra parte siamo complici di quelle bestie.

E comunque Giuseppe Mastini, noto come Johnny lo Zingaro, ergastolano, precedenti per furto, rapine, sequestri di persona, diversi omicidi, un paio di evasioni (evaso nel 1987 durante un permesso premio e nel 2017 in semilibertà), è evaso un’altra volta.
Era in permesso premio.

Ricordate il marito che per far dispetto alla moglie si tagliò il cazzo?
Ecco. Se, con la legge elettorale vigente che prevede liste bloccate e non preferenza, date un taglio alla democrazia, fate uguale.

Cercate d’esser rappresentati meglio, non meno.
(Insomma: non tagliatevi il cazzo ma cambiate moglie, amici)

Io voto No

La Democrazia è come il cazzo: non va tagliata perché non è mai troppa.

Io voto No.

Le lacrime puoi cacciarle indietro mordendoti le labbra.
Le parole tristi non le dici mordendoti la lingua.

Ma per i pensieri bui, potenti e prepotenti, che giungono… che fai?

  • Che integratore prendi per l’umore?
  • Il cazzo. Io prendo il cazzo.

È esattamente quando si convince il popolo a voler diminuire il numero dei suoi rappresentanti e lo si convince che così facendo si sta opponendo al Potere, che il Potere se la ride perché ha già vinto, amici.

Se sei maschio e sei ingegnere, scienziato.. ti citano sempre con cognome, titoli e ruoli.
Invece se sei scienziata e femmina non meriti né cognome, né titoli, né ruoli.

Diventi “Si chiama Anna”, come fossi la bambina delle elementari che ha vinto per il tema più bello a scuola.

La DOTTORESSA Anna Grassellino (39 anni) è stata scelta dal governo americano per guidare il nuovo centro dedicato al calcolo quantistico, un progetto da 115 milioni di dollari e un team di 200 scienziati.
La DOTTORESSA Anna Grassellino è

  • laureata in Ingegneria Elettronica all’Università di Pisa,
  • ha un dottorato in Fisica all’Università della Pennsylvania,
  • è ricercatrice dal 2008;
  • è stata insignita da Obama nel 2017 del premio Paul Harris, il premio Presidential Early Career Award for Scientists and Engineers, massimo riconoscimento per i professionisti della ricerca scientifica.

“Si chiama Anna”, nei confronti di una persona che si è spaccata la schiena sui libri e ha un curriculum impressionante, è il tentativo misogino di “ridimensionarla”.

Ve lo immaginate un “Si chiama Umberto” nei confronti del prof. Umberto Veronesi? No?
Ecco.

È tutto un trovare pace nei baci,
ma non abbastanza per trattenerla.

Non fatevi sorprendere dal prossimo lockdown!
Organizzate la sera prima, a casa vostra, una cena con i vostri amanti più abili, presenti e passati, così vi chiudono assieme.

Altro che fare scorte di lievito, amiche!

Si bestemmia e si prega quando si è disperati e nella merda.

Chissà! Forse la differenza fra bestemmia e preghiera è più sottile di quel che sembra, amici.

Donne! Ciascuna di noi può fare qualcosa per fare capire agli uomini cosa è il “consenso”:
quando fate sesso con un nuovo partner provate a mettergli un dito nel culo.

Ecco. Da quel momento in poi gli sarà chiarissimo cosa è consenso e cosa invece no, amiche.

A dire la frase sessista (una delle solite che usano per mettere a tacere le donne che non piacciono) è stato Corrado Neggia, di una lista vicina al sindaco di Biella Claudio Corradino (Lega Salvini)
Ma nell’articolo si mette la foto della consigliera a cui la frase era diretta.

Perché? Mistero, amici!

AAA CERCASI virologo, stagione Autunno-Inverno 2020-21. Disponibile a comparsate TV, a dire tutto e il contrario di tutto nel giro di 24 ore e con la faccia tendente al bronzo.
Trattative riservate in DM.

Alle egualmente stupide frasi “I poveri li riconosci dalle mogli cesse” e “I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole”, preferisco la verità della

LE CAPRE LE RICONOSCI DAGLI INSULTI CHE FANNO.

Quelli indignati per la frase “I poveri li riconosci dalle mogli cesse” (frase attribuita a Briatore, ma che Briatore ha smentito d’aver pronunciato) e hanno risposto con “I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole”, convinti di avere così “difeso” le donne eh

MA ANDATE A CAGARE!

NEGO IL MIO CON SENSO HA PAGARE LE TASSE HO AH PAGARE LA MULTA SE PASSO COL ROSSO!
SE’ 6 DACC’ORDO METTI IL LAIC È CON DIVIDI PURE TU!!!
(CON DIVIDI PURE SU WUOZZAP MA FUNZIONA DI PIU SÙ FESBOOKK SÈ SPECCIFIKI KE NN AUTORIZZI))
BASTA COLLA DITTATURA!1!1! 🇮🇪🇮🇪⚽⚽

Anna Leghista

Meriteremmo una seconda ondata. E poi una terza. E una quarta. E ancora e ancora.
Fino a quando non diventeremo davvero migliori, cazzo!

“Ne usciremo migliori”, dicevamo.
E niente. La seconda ondata arriverà perché il virus si è sentito preso per il culo, amici.

Di quando smetto di andare su e giù, ti guardo negli occhi e comincio a oscillare.
E ti stringo le mani e tu stringi le mie e fai sì con la testa.
Ed è allora che non capisco mai se sono io a strizzarti il cazzo con la fica o sei tu a esplodermi dentro.

Quelli che dichiarano di non indossare la mascherina laddove è obbligatoria dovrebbero, per coerenza e serietà, impegnarsi a pagarsi di tasca loro le cure quando si ammalano e a pagarle a coloro che eventualmente avranno contagiato.

Che bello quando i ragazzini potevano stare a scuola anche con 38 di febbre!
Ah.. non potevano? Mai potuto? Li rimandavano a casa?
Scusate.

Blog su WordPress.com.

Su ↑