Quel nastro di noi così bello, intenso e perfetto da volerlo riavvolgere in fretta solo per poterlo iniziare da capo.

Di quel desiderio di oltrepassarti la pelle e giungere alla polpa custodita sotto.
Toccarla. Amarla.
Perché ora so che di tutti i corpi conosciuti prima avevo desiderato solo la scorza e loro si erano dovuti accontentare della mia.

È quando cadiamo che siamo davvero Vivi.
Ché si cade perché si corre senza guardare, quando seguiamo il cuore.

Il cielo non è sempre blu. A volte vengono nuvole a tingerlo di nero. E lunghi temporali.
A volte si cade e ci si sente soli e sperduti.
Ma quando ci si perde ci si ritrova sempre. Basta volerlo.
E nell’abbraccio di chi ci vuol bene ritrovarsi è facile.

E questo è quello che vorrei tatuare sui miei figli.

Le risposte che si danno in amore a volte possono essere diversamente interpretabili.
Solo il silenzio è chiaro e inequivocabile.
Ché l’amore urla e non sa stare muto.

Ama e mettici il cuore, sempre.
E non dimenticare mai che meriti di essere e di sentirti amata, di stare fra persone che ti vogliono bene. E che pure loro ci mettono il cuore.

Guardiamo sempre verso il sole, così le ombre ce le lasciamo dietro, amiche.

Un augurio a tutti gli amori insoliti, a quelle coppie “improbabili”, per differenza di età, stato, cultura…
Auguri di cuore non perché per loro sia più difficile amarsi, ma perché è a loro che la gente non gliela perdona. La felicità.

Blog su WordPress.com.

Su ↑