Le sale rianimazione sono al collasso e muoiono a centinaia ogni giorno.
Muoiono soli. Senza conforto di amici e parenti. Senza funerali.

Quindi ok. Cantiamo pure sui balconi adesso, per farci forza e ringraziare medici e infermieri. Ma non dimentichiamo domani di imprecare contro chi ha osato e chi oserà amministrarci malamente.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: