– Con quanti sei stata prima di me?
– …comprese le gang bang?

Bisogna grattarla un po’ la superficie patinata delle persone.
Non a verificare se siano oro (nessuno lo è) ma che almeno non siano merda!

Per le battaglie, le conquiste e il metodo:
Rispettare e ascoltare tutti, ché da tutti si può imparare e con tutti si può parlare.
#Pannella

Non la sensibilità o la generosità (vere o ostentate).
Il valore di una persona lo si misura in base al rispetto che riserva e dà agli altri

Gli inganni più subdoli e pericolosi sono quelli che facciamo a noi stessi.

Ti ho trovato in un sito di incontri.
Lo stupore & la gioia di scovare un tartufo dove credevo ci fossero asparagi.

Tremi quando hai paura.
Se piangi o hai freddo.
Di desiderio o gioia.
Per rabbia che vuol diventare vulcano. Tremi se godi.
Tremi di vita.

Ti ho trovato in un sito di incontri.
Lo stupore & la gioia di scovare un tartufo dove credevo ci fossero asparagi.

Se da piccoli l”amore” era silenzio e briciole, da adulti non si fa fatica a credere che silenzi, indifferenza e briciole siano amore.

Di quelle assenze così insopportabili che pesano addosso come macigni.

Se dobbiamo “interpretare” o “capire” il significato dei suoi gesti, silenzi, parole..forse non siamo amati.
Ché l’amore risplende e lo senti.

Abbracciami
e toccami e stringimi
Forse il mio demone
ti accoglierà nel suo morso caldo
e diverremo tre folli amanti:
io, tu e il demone mio.

C’è un tempo per amare e un tempo per mandare a fanculo.
(Salvaje 10,24)

Di una ossessione alla fine ci si libera.
Ma è delle ossessioni che non si perde il vizio.

Il libertario difende la libertà di scelte che personalmente non farebbe
ché a difendere la libertà delle nostre scelte siam libertari tutti

Ma quanto è bello partorire quei “potrei”, “vorrei” e farli diventare posso e voglio?

Quelli che tracciano sempre limiti e confini devono essere quelli a cui da bambini negavano la libertà di colorare fuori dai bordi.

La frustrazione di non trovare nuove parole per cantarti di più.

Quelli che tracciano sempre limiti e confini devono essere quelli a cui da bambini negavano la libertà di colorare fuori dai bordi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑