ER TUITTER
Dicevan “Fatte tuitter: è nantra cosa,
de nicchia, nun è feisbuc sta sicuro”
Ma co liti e ‘nsurti a iosa
la nicchia pare der bucio der culo.

Sora Anna

Qualsiasi cosa se non la curi e la difendi può svanire.
Vale per tutto.
Soprattutto per la democrazia.

Finirà:
è l’ordine fisiologico delle cose.
Ma quanto è dolce adesso
nutrire la tua forza
per cavalcare Donne e Arcobaleni.
Respira & Risplendi

Ci innamora davvero chi ci fa amare noi stessi, con le nostre altezze e cadute.
E di un passato amore ci manca proprio quel sentirci belli.

Voi andate pure dove vi porta il cuore.
Io come radar e bussola seguo i miei capezzoli quando si inturgidiscono.

È quando si scaldano gli animi che cascano le maschere.
Nel bene come nel male.

È quando il Desiderio ci investe, ci attraversa e ci rapisce, che scopriamo le parti più vere di noi.

In amore non vince chi fugge.
E chi fugge per vincere speriamo se ne vada a fanculo.

Spesso si cerca il partner ideale, con dei caratteri ben definiti.
Eppure la magia è nell'”inaspettato”, ché l’amore è soprattutto stupore.

Mi fai essere me stessa
come forse non lo sono stata mai..
perché mai
– mai –
mai ho avuto così tanto
bisogno d’amore.

Hai davvero il mare dentro se squirti.
Ché ad avere il mare dentro a parole o a poesie siam brave tutte.

Quelli che amano che lo stato gli dica chi e come amare, quanto scopare, come e quando morire, se abortire,.. volevano nascere burattini.

Ho troppo una buona opinione delle donne e degli uomini per essere una femminista radicale.

Delle occasioni che non tornano più & di altri rimpianti che ci paralizzano inutilmente.

E poi arriva il Desiderio
Come una chiamata a una vocazione, un’arte, un amore.
Se rinunci vivrai lo stesso
Ma non la sentirai la “tua” vita

Ma “sbagliati” per chi?
Per quale manuale o codice?
Sbagliato è chi ha gli occhi spenti,
non chi assapora la vita
con i suoi voli e cadute.

Se amassimo davvero i nostri figli, epureremmo le favole dai principi azzurri.

È al primo “Se tu mi amassi allora faresti..” che dovremmo imparare ad alzarci.
E andarcene.

E comunque un volo
dipende pure dallo spazio preso per la rincorsa
e da quanto ossigeno
le tue narici dilatate hanno saputo inspirare.

Mi ha telefonato la fica.
Dice alle femministe che parlano “a nome di tutte le donne” che essere munite di fica non ci rende unica entità.

Nutrimi ancora
e ancora ridiventerò arciere
scaglierò frecce infuocate
che attraversano il buio della logica
e illuminano la Nuvola Perfetta

L’amore unilaterale, per quanto forte, si spegne presto.
Se persiste è ossessione-illusione.
Ché l’amore si nutre d’amore e senza rinsecchisce.

Parlami sempre.
Parlami un secolo.
Quando sei felice e ridi
e quando ti rabbui e non ti piaci
perché è proprio allora
che t’amerò più forte.

Di quell’amore potente e totale,
che è insieme condanna e liberazione.

…di certe voglie mi piace il mio respiro
che segue ritmo e suono
del tuo frugarmi dentro con le dita.

Blog su WordPress.com.

Su ↑